Console di ripristino di Windows XP

Questa guida e’ rivolta principalmente ad utenti esperti, vista la delicatezza dell’argomento, utilizzate con la dovuta cautela!

Utilizzo: Windows XP

QUANDO AVVIARE LA CONSOLE DI RIPRISTINO
La console di ripristino va avviata quando il computer, per qualche motivo, non riesce ad avviare il sistema operativo, solitamente per problemi dovuti a:
cancellazione/danneggiamento di file o chiavi del registro necessari all’avvio del sistema (es boot.ini)
danneggiamento della struttura del disco o dell’MBR
danneggiamento dei settori del disco, soprattutto il settore di avvio
installazione di un servizio e/o driver difettoso, danneggiato oppure mancato avvio di un servizio indispensabile
E’ da considerare che questi non sono tutti i motivi per cui il sistema si rifiuta di partire, ma sono i più diffusi.

AVVIARE LA CONSOLE DI RIPRISTINO

Per avviare la console di ripristino abbiamo bisogno del cd originale di windows. Semplicemente avviamo il computer con il cd del sistema operativo inserito e lasciamo che il programma di installazione si carichi. Ad un certo punto ci chiedera’ se vogliamo procedere installando il sistema operativo oppure utilizzando la console di ripristino. Bisogna semplicemente premere R per avviare la console di ripristino. A questo punto il computer entra in una modalità testuale, simile al dos;  ci chiedera’ quale installazione di windows vogliamo riparare. Selezioniamo l’installazione di windows da riparare  digitando il numero relativo all’installazione scelta e premiamo invio.

COSA FARE
Una volta che la console di ripristino è stata avviata possiamo iniziare a ripristinare il sistema, digitando il comando relativo.
Ci sono svariati comandi utilizzabili, l’elenco dei comandi è reperibile qui .

I comandi principali che si usano appunto per ovviare i problemi relativi all’avvio sono:
chkdsk: consente di controllare il disco alla ricerca di settori danneggiati ed eventualmente ripararli
fixmbr: consente di ripristinare l’MBR
fixboot: consente di ripristinare il settore di boot
bootcfg: consente di visualizzare le informazioni di boot ed usarle per ripristinare il file BOOT.INI o eventualmente sostituirlo con una copia corretta.

Ovviamente questi comandi non risolvono tutti i problemi, ogni comando deve essere usato in funzione al problema. Se ad esempio il problema è un file danneggiato sarà più opportuno copiarlo dal cd di windows piuttosto che cercare di ricreare l’MBR.

Il comando piu’ utile e’ chkdsk /p /r  che eseguira’ uno scandisk del sistema cercando di recuperare i file di sistema danneggiati ricopiandoli da CD di installazione.

USCIRE DALLA CONSOLE DI RIPRISTINO
Per uscire dalla console di ripristino digitare Exit e premere invio. Il computer ora si riavvia e dovrebbe essere possibile accedere al computer.

Potresti essere interessato anche a:

Share Button

facebook linkedin foursquare youtube google+

© 2011 . All Rights Reserved.

STHS Group Via Zamenhof n.418 36100 Vicenza (VI) - P.Iva: 03444440246
Posizionamento sito by Primi sui Motori